PASSWORD RESET

Colli Fioriti


Monte Generoso

Monte Generoso

Monte Generoso: incanto e bellezza a 360°

Al centro di un vero e proprio paradiso naturale che si estende lungo il confine con la Svizzera, si staglia, in tutta la sua maestosità, il Monte Generoso.
Da circa un secolo, la ferrovia a cremagliera consente di raggiungere la cima a 1704 m di quota, partendo da Capolago (sul lago di Lugano) ed effettuando un percorso di 9 km attraverso un magnifico scenario montano.

Molteplici le attrattive di questa oasi alpina: è una meta perfetta per chi ama le passeggiate rigeneranti a contatto con la natura, per chi ha interessi storici e per chi desidera praticare attività sportive (arrampicate, parapendio, mountain bike).
Se volete esplorare i due versanti del Monte Generoso, quello svizzero e quello italiano, dovrete seguire alcuni itinerari d’interesse predisposti da conoscitori, in 51 km di sentieri potrete ammirare tutte le particolarità del luogo.

 

La natura

Alla bellezza del paesaggio montano si unisce la ricchezza di tesori botanici: in virtù del suolo calcareo, infatti, la flora del Monte Generoso è particolarmente rigogliosa.
Si contano circa 800 specie vegetali, alcune delle quali assai rare.
A dilettare gli occhi dei visitatori sono soprattutto i fiori. Questi, infatti, sono più grandi e più vivacemente colorati di quelli che crescono in pianura, a causa dell’elevata intensità dell’irradiazione solare.

Quanto alla fauna, invece, singolare è la presenza di una colonia di camosci che non temono l’uomo e sono osservabili a distanza ravvicinata.

Quest’area è anche di notevole interesse geologico: il Monte Generoso è, infatti, un massiccio carsico composto in prevalenza da calcari selciferi del Giurassico inferiore. Esso è interessato dalla presenza di grotte e di fenomeni carsici (sia superficiali che profondi).

 

Bolle, carbonaie e nevere

La pastorizia e l’agricoltura montana costituivano, sino a qualche decennio fa, le attività principali di questo luogo, attività che hanno dovuto fronteggiare problemi quali l’aridità e la scarsità d’acqua. Per tali ragioni, gli alpigiani hanno costruito, nel tempo, degli stagni di raccolta dell’acqua piovana, isolandone il fondo con foglie e ceneri di camini o focolai.

Sono le cosiddette “bolle“, alcune delle quali sono visitabili proprio sul Monte Generoso. Visitabili sono pure alcune carbonaie (spiazzi dove si produceva il carbone di legna) e alcune nevere (costruzioni in pietra di forma cilindrica, riempite di neve dai contadini durante l’inverno, per potervi conservare il latte durante l’estate).

State pianificando un soggiorno in montagna e siete alla ricerca di una sistemazione che vi consenta di raggiungere il Monte Generoso?
Bene, il Camping ai colli Fioriti, nella verdissima Val D’Intelvi, è una valida opzione. Il territorio che circonda il campeggio, infatti, è idoneo ad ogni tipo di escursione: se amate il trekking, potete praticare semplici sentieri nelle vicinanze del camping oppure spingervi fino alle vette dei monti della zona, tra cui quella del Monte Generoso.
Qui vi si presenterà un panorama a dir poco mozzafiato: ammirerete dall’alto la Catena del Gran Paradiso e la regione dei laghi.