Colli Fioriti


Home Valle d’Intelvi Lago di Como

Lago di Como

Caratterizzato dalla sua forma che, coi suoi tre rami, lo fa apparire come una ipsilon capovolta, il Lago di Como è un inno alla bellezza. Incorniciato dalle montagne, risulta essere un ideale destinazione per tutti coloro che desiderano trascorrere una piacevole parentesi capace di spezzare la movimentata routine quotidiana.

Il panorama del Lago di Como, chiamato anche Lario, regala la sua atmosfera di naturale serenità a partire dalle acque che assumono tonalità che vanno dall’azzurro al cobalto passando per il verde bottiglia, proseguendo per i lussureggianti boschi che preannunciano le vicine Alpi innevate durante l’inverno e tanti piccoli paesini che ancora conservano case in pietra arroccate tra il lago e i monti.

La varietà di questo territorio può considerarsi una vera e propria oasi dove ognuno può trovare il suo angolo di pace anche grazie alle attenzioni che gli abitanti hanno avuto nei suoi confronti, evitando di edificare in modo selvaggio e lasciandolo il più naturale possibile.
Il clima è ideale per via delle montagne che mitigano vento e freddo, consentendo a turisti e vacanzieri di godere di una sempiterna primavera.
Adatto per chi vuole cimentarsi in ogni sport nautico (dalla vela al surf, dal diving allo sci nautico), il Lago di Como si propone anche come ideale base per praticare trekking, mountain bike, free climbing e altri sport sia indoor che outdoor.

Vivendo un soggiorno in una delle tante località lacustri, è possibile fare delle interessanti escursioni alla scoperta delle bellezze da vedere come, ad esempio, Como e Lecco.
La prima è sempre stato un luogo strategico importante, tanto da farla rivaleggiare addirittura con Milano. Il suo centro storico emoziona per i suoi palazzi ottocenteschi, le fortificazioni dallo stile gotico e romanico di epoca medioevale e le tante chiese.

Como risulta essere il centro che annovera il più significativo patrimonio artistico e storico di tutto il lago, come si evince dal meraviglioso lungolago dove si possono ammirare ville nobiliari, monumenti e colorate piazze.
Da qui si può continuare la visita dei centri più importanti come Cernobbio dove visitare le famose ville quali Bernasconi, Erba e Villa d’Este.
Da non perdere il centro medioevale della vicina Argegno ma anche Tremezzo e Menaggio, proprio nella parte in cui il lago unisce i due rami.

Dalla parte opposta, ossia quella orientale, Lecco è la seconda città in ordine di importanza. A differenza di Como, si trovano meno monumenti ma compensa questo handicap con il fascino del suo lungolago e del circostante panorama come le cime delle Grigne, che rappresentano il suo valore aggiunto.
Bello anche l’antico borgo di Varenna dove il perdersi tra i suoi vicoli affascinanti, offre l’occasione per fare un viaggio indietro nel tempo. Ultimo suggerimento è dedicato a Bellagio dove, al delizioso centro storico, sono da vedere le ricche ville che sono incorniciate da parchi meravigliosi e da scenografici paesaggi.

Il Lago di Como offre anche una interessante proposta enogastronomica ai cultori del buon cibo. Merito della varietà del territorio che mette a disposizione alimenti provenienti sia dal lago che dalla montagna.
Molte le specialità che i ristoratori della zona includono nei loro menù: dalle trote affumicate sott’olio alla zuppa di pesce alla tremezzina, dai missulit (agoni lasciati essiccare al sole) con polenta, al lavarello affumicato o secco.

Imperdibile il risotto con filetti di persico, così come i saporiti formaggi che vanno dal taleggio alle formaggelle passando per il bitto e i caprini.
Andando verso l’interno, si può pranzare all’interno dei crotti che sono delle locali tipiche cantine scavate nella roccia, che offrono salumi, formaggi e buon vino.
Per i più golosi segnaliamo la cotizza, una sorta di focaccia fatta in casa con scorza di limone; la miascia fatta con pane raffermo, mele, uova, amaretti, farina, burro, cioccolata amara, pinoli ed uvetta.